Spaghetti shirataki e nutrizione

Le tagliatelle Shirataki (chiamate anche tagliatelle konnyaku) sono tradizionali tagliatelle giapponesi che hanno recentemente guadagnato popolarità in Europa e in Nord America perché sono una delle poche opzioni di pasta disponibili per molti piani di dieta. Le spaghetti di Shirataki hanno poco sapore da soli, ma si fondono perfettamente in molti piatti asiatici di tagliatelle.

Storia

La farina fatta dalla pianta konjac, un tubero di tipo yam che cresce in Giappone e in Cina, viene utilizzato per fare le tagliatelle tradizionali shirataki. Le spaghetti di Shirataki fatte interamente dalla farina di konjac tendono ad avere una texture gommosa, quindi alcuni produttori hanno iniziato a fare le tagliatelle con una combinazione di farina e tofu di konjac per ammorbidire la texture e renderla più attraente ai palati occidentali.

Grassi e calorie

Poiché le tagliatelle konjac shirataki sono l’acqua del 97 per cento, sono molto basse nelle calorie, con ben 20 calorie per servire. Le tagliatelle di Tofu shirataki hanno leggermente più calorie, ma sono ancora considerate un alimento a basso contenuto calorico. Entrambe le varietà di tagliatelle shirataki hanno poco o nessun grasso. Molti dietisti riferiscono che gli shirataki aggiungono la massa ai loro piatti – senza aggiungere grosse quantità ai loro corpi.

Carboidrati e fibre

La farina konjac nelle tagliatelle shirataki è una buona fonte di fibre. (La fibra della farina di konjac viene talvolta venduta come integratore sotto il nome di glucomannan.) Una dieta in fibra alta può migliorare la vostra digestione e rafforzare la salute cardiovascolare. La fibra nelle tagliatelle shirataki è molto riempimento, e le persone che stanno mangiando una dieta a bassa fibra sono consigliate di iniziare con piccole quantità di tagliatelle shirataki fino a quando il loro sistema digestivo può regolare. Tagliatelle Shirataki sono anche molto bassi nei carboidrati, facendoli una buona scelta di pasta per le diete a basso contenuto di carboidrati. Sono anche senza glutine e vegan.

Preparazione

Le spaghetti di Shirataki vengono vendute confezionate in acqua e devono essere scaricate e risciacquate prima dell’uso. Si consiglia di bollire brevemente le tagliatelle per ridurre la texture gommosa della farina di konjac, ma non è necessaria. Le spaghetti di Shirataki sono pronte per mangiare direttamente dal pacchetto, e potete scorrerle sotto acqua calda per riscaldarle o aggiungerle direttamente a un piatto di minestra cotta.

Suggerimenti per la ricetta

Le spaghetti di Shirataki sono più adatte ai piatti asiatici, anche se potete anche usarli per sostituire la pasta di semola in piatti italiani. Vesti le vostre tagliatelle shirataki con aglio, zenzero, salsa di soia, polvere di curry o olio di sesamo. Mescolare il frullato con tofu o carne magra e un sacco di verdure, con un pacchetto di tagliatelle shirataki gettati in fondo alla cottura. Tagliare le tagliatelle shirataki e aggiungerle a un piatto di minestra miso.