Le caviglie dolorose dopo lo sci

Sciare richiede equilibrio e controllo, che può tassare notevolmente i muscoli e le articolazioni. La posizione fondamentale per lo sci alpino è una caviglia parzialmente flessicata. Sciatori che non sono abituati a questa posizione o che si spingono oltre i limiti del proprio corpo possono incontrare caviglie toraciche dopo lo sci. Questa è una denuncia comune di apres-ski che è minore e temporanea nella maggior parte degli sciatori. Coloro che soffrono di dolori alla caviglia devono contattare un medico.

Funzione della caviglia

Il giunto della caviglia può essere piccolo, ma deve essere forte per portare costantemente il peso corporeo in piedi, a piedi o fare quasi qualsiasi altro tipo di movimento. La caviglia gioca un ruolo fondamentale nell’azione di equilibrio che è necessario eseguire durante lo sci. Questo piccolo giunto si flette, si estende e ruota per consentirti di spostare avanti, indietro e lateralmente sui pendii. Riscaldamento con una breve passeggiata, jog o una serie di jumping jack aiuta a sciogliere la caviglia in modo che possa fare il suo lavoro senza problemi quando si sci. Il bilanciamento su una tavola oscillazione per due o tre minuti, più volte alla settimana, può anche migliorare il tuo equilibrio per prevenire le caviglie torbide.

Rafforzamento muscolare

Rafforzare le caviglie, o più accuratamente, i muscoli e altri tessuti molli che supportano le articolazioni della caviglia, possono migliorare il tuo equilibrio e ridurre al minimo l’indolenzimento dopo una giornata di sci. In primo luogo, eseguire semplici rotazioni e esercizi di flessione per aumentare la tua gamma di movimento e flessibilità. Punti le dita dei piedi e ruotate le caviglie in senso orario, in senso antiorario. Ruotare per 15 secondi in ogni direzione. Rafforzare il giunto con esercizi di scrunching. Curl le dita dei piedi come se stavi cercando di prendere un asciugamano o un marmo con il piede. Usa i puntelli reali se ti aiuta a lavorare i muscoli giusti, completando 10 ripetizioni. Infine, un tratto di vitello a parete non solo allunga la gamba, ma rafforza e stabilizza le caviglie per prevenire dolori dopo lo sci. Stand rivolto verso una parete con le palme che toccano la superficie. Mettere i piedi in modo che uno sia in pochi centimetri di fronte all’altro. Mantenere la gamba posteriore dritta e la gamba anteriore piegata, spingere contro il muro. Dovresti sentire un tratto nel tuo vitello posteriore. Tenere premuto per almeno 15 secondi.

Adattamento corretto del pattino

La dolorabilità della caviglia legata al calcio non può provenire da caviglie deboli e scarsa equilibrio, ma semplicemente un caricamento che non si adatta proprio nel giusto modo. Gli scarponi da sci hanno il compito di fornire un sostegno alla caviglia e permettono anche alle caviglie di flettersi in modo appropriato. Trovare la giusta combinazione in un bagagliaio non è sempre facile. Generalmente, gli sciatori inesperti si esibiscono meglio con stivali più morbidi che danno di più, questo vi permetterà anche di spostare la caviglia senza sforzare i muscoli. Più sciatori esperti tendono ad avere l’equilibrio, il coordinamento e il condizionamento necessari per indossare un boot più rigido senza ripercussioni. Tuttavia, provare su una varietà di stivali, inclusi quelli con flex regolabile, fino a trovare uno stile confortevole.

Affrontare le lesioni

Le lesioni alla caviglia sono comuni negli sciatori, snowboarder e atleti che partecipano ad altri sport di neve. I legamenti del legamento e del tendine, i ceppi e le tensioni muscolari vanno con il territorio. Le lesioni che non si migliorano nel corso di pochi giorni con gli sciaccioli, il riposo e il sovradosaggio di dolori quali ibuprofene e acetaminophen possono richiedere una cure mediche più avanzate. Consultare il medico quando il dolore è grave o se non è possibile sopportare il peso sulla caviglia.